24
Ago
08

in risposta a chi non vede windows come nemico!

Che il mondo di linux non fosse fatto da cloni simil fan-apple (tutti “fighi” e tutti concordanti con le parole di stefano lavori) e’ comprovato da questo articolo che critica un altro appassionato di linux, ovvero ubuntista. Io ho idee completamente differenti dalle sue (a mio avviso apparentemente neutrali) e vi faccio partecipi delle mie motivazioni, che spiegano perche’ non si deve ringraziare chi ha prodotto effetti benefici nella societa’, monopolizzandola a destra e manca, con l’unico scopo del proprio lucro.

In principio non si puo’ affermare che l’adozione di un sistema funzionale a determinati scopi debba provocare riconoscenza verso il suo creatore indipendentemente dalla politica e dai mezzi utilizzati per raggiungerlo.
Il COME e per quale scopo è fondamentale.
Faccio un esempio. L’india e’ stata unificata forzatamente dopo l’invasione inglese, quasi tutte le classi sociali parlano perfettamente quella che e’ riconosciuta la lingua internazionale, le scuole e l’organizzazione anglosassone ha permesso lo sviluppo di una nazione che adesso primeggia nel mondo. Ma per questo gli indiani NON sono riconoscenti e NON DEVONO esserlo agli inglesi: questi ultimi hanno occupato la loro nazione, hanno ucciso e fatto ogni genere di porcheria sulle popolazioni!
Non bisogna odiare, quello mai, ma certamente bisogna apprendere da chi agisce per i propri interessi le cose positive che ci vengono a nostro miglioramento. Sicuramente io NON ringraziero’ mai il signor gates per “l’alfabetizzazione informatica globale” cosi’ come i tedeschi non ringrazieranno mai hitler per aver ideato l’organizzazione militare più efficiente mai esistita (si studia come esempio di eccellenza nelle accademie militari di tutto il mondo) e per prima adottata nella loro nazione .
microsoft e’ certamente un nemico, un MIO nemico, un nemico della liberta’ d’informazione, un nemico dello sviluppo del software e della filosofia open source, ma non bisogna odiarlo perche’ e’ sbagliato aprioristicamente odiare chiunque! Bisogna invece seguire una massima latina:
E’ GIUSTO IMPARARE , ANCHE DAI NEMICI!

Ubuntista non confondere chi deve essere odiato (ossia nessuno!) e chi debba essere considerato nemico come microsoft (oggi a pieno titolo!). La condizione di nemico e’ legato al tempo ed allo spazio, quindi e’ possibile che un domani microsoft non lo sia piu! Questo lo spero siceramente, anche se ci credo poco guardando la faccia s.ballmer!.


25 Responses to “in risposta a chi non vede windows come nemico!”


  1. 2008 agosto 25 alle 1:45 am

    Paragoni storici improponibili ed orrori di ortografia, sintassi e grammatica a parte, pur rispettando il tuo punto di vista, mi trovo in disaccordo con la tua opinione.

    Nel mondo in cui viviamo le aziende svolgono un ruolo IMPORTANTE nella nostra società ed a loro è demandato il non facile compito di MIGLIORARE il nostro stile di vita, nel rispetto dell’ambiente e dei valori umani, a cui al giorno d’oggi si dà sempre un maggior peso.

    La vision dei fondatori di quasi tutte le imprese che possono ora definirsi di successo non è mai partita dal fare soldi, bensì dal cambiare l’ambiente in cui queste persone erano inserite. Esempi illustri sono Henry Ford, Jobs e Gates stesso (leggi la biografia e la storia delle aziende).

    Ovviamente esistono aziende senza scrupoli, ma non mi sembra questo il caso visto che le conseguenze di un comportamento scorretto non lede l’esistenza dell’essere umano, come potrebbero essere alcune aziende che operano nei paesi del terzo mondo.

    Comunque, dicevamo che per raggiungere un obiettivo del genere bisogna necessariamente trovare una fonte di sostentamento ed è giusto sfruttare economicamente le proprie idee a questo scopo. Microsoft incarna il modello di come si realizzano i sogni di un uomo. Onore al merito.

    Il software open source, ed in particolare Linux, allo stato attuale non riesce a sostituirsi alla controparte closed proprio per mancanza di una VISION e di capacità di INNOVARE. Nemmeno la linux foundation, che dovrebbe fungere da guida nella giungla di imprese e sviluppatori che gravitano attorno alla creatura di Torvalds, ha le caratteristiche per poter riuscire nell’impresa. Inoltre l’importanza di creare uno standard comune, che faciliti programmatori ed utenti per l’effetto rete che ne deriva, è una delle chiavi di successo che la LF dopo quasi 2 anni di attività non è riuscita ad ottenere e forse nemmeno a capire, demandando la decisione alla comunità.

    In quest’ottica dovresti invece chiederti come mai la distribuzione più popolare, Ubuntu, sia quella che ha Mark Shuttleworth quale patron. Carismatico e con i finanziamenti necessari, Mark è partito da una vision chiara e precisa: creare il miglior sistema operativo gratuito per tutti, tradotto nella propria lingua e a cui chiunque potesse accedere facilmente. Se ci pensi è concettualmente simile a quella in cui Gates credeva.

    Dire che, cito, “microsoft e’ certamente un nemico, un MIO nemico, un nemico della liberta’ d’informazione, un nemico dello sviluppo del software e della filosofia open source” è profondamente sbagliato in quanto profondamente scorretto.
    Tralasciando il discorso sulla libertà di informazione che non merita nemmeno di essere affrontato per palese mancanza di argomentazioni, Microsoft ha uno dei migliori network di sviluppo, MSDN, e sta cominciando a capire come ci si possa avvicinare all’open source anche per un’azienda che ha fatto del closed il suo successo.

    Non capisco inoltre cos’è che i sostenitori di Linux dovrebbero imparare dal cosiddetto nemico.

    Questa non è un’apologia nei confronti di Microsoft, utilizzo esclusivamente GNU/Linux da ormai 10 anni, ma mi piace guardare da punti diversi le situazioni per poter imparare qualcosina di più.

    In conclusione, anche se il discorso non è esaurito (ma ti ho già annoiato abbastanza e so che approfondirai le tue conoscenze in proposito autonomamente), spero che GNU/Linux riesca ad arrivare a vette tali da poter diventare un serio competitor nel mercato dei sistemi operativi, ma non perché voglio la morte di Microsoft o di Apple, ma perché la concorrenza non può che portare vantaggi al mercato stesso ed agli utenti.

    Il tuo intervento è spinto da nobili ideali, che a quanto vedo dal blog non si limitano al software. Spero tu possa sempre portare avanti con forza le tue idee, sempre nel rispetto dell’opinione altrui. Questo è quel che penso.

  2. 2008 agosto 25 alle 2:51 am

    Sono d’accordo, soprattutto quando dici che Microsoft è un nemico della libertà di informazione.

  3. 2008 agosto 25 alle 10:03 am

    @ serveless
    Critiche sulla grammatica e sintassi senza suggerire le dovute correzioni non hanno senso (ho sbagliato la struttura soggetto-predicatoverbale-complementooggetto, oppure il tempo dei verbi? …). Potrei dire la stessa cosa di te. Sui paragoni storici improponibili non mi addentro: e’ come affermare “hai detto un sacco di panzane”, mi dici che critica costruttive e’???.
    Dove ho sbagliato nella grammatica, dove nella sintassi e quali sono i paragoni che ritieni improponibili ma soprattutto PERCHE’?.
    Sono conscio di non essere perfetto ed ignorante: non mi offendo se qualcuno mi critica, ma per favore ditemi dove sbaglio! Facile dire “sei ignorante” … quello lo sanno scrivere tutti e tutti avrebbero ragione ad affermalo a proposito di chiunque (compreso te!).
    Non tu preoccupare di annoiarmi soprattutto se mi correggi, qui lo spazio abbonda e di certo io non faccio il censore.
    Io sinceramente considero le biografie dei “grandi imprenditori” alla stessa stregua dei grandi condottieri da guevara a garibaldi, da napoleone a mao, ossia autocelebrativi. In fondo, a MIO PARERE, servono a giustificare le azioni sbagliate, esaltando quello che di buono hanno fatto.
    Puoi non condividere i miei esempi, le mie idee, i miei sentimenti ma non puoi affermare che essi sono profondamenti sbagliati perche’ scorretti:
    1. Il monopolio privato e’ contrario al libero mercato e contrasta la formazione di un prezzo della merce/servizi piu’ vicina al costo di produzione come nel libero mercato.
    Non lo dico io e ti consiglio vivamente di studiarti un bel libro di economia (non occorre universitario). Che la microsoft applichi il monopolio non lo dico io, ma ci sono sentenze a riguardo. Che a te piaccia pagare di piu’ e’ affar tuo, ma non dire che questo e’ corretto! In un sistema economico in cui a piu’ riprese si afferma la convenienza economica del libero mercato e’ illogico e sbagliato per definizione difendere un monopolista come fai tu!
    2.non comprendo come l’affermazione di msdn come uno dei migliori network sia collegato con l’open source. Pratiche non o.s. non lo sono, punto! Che microsoft si apra all’o.s. lo devo ancora vedere (citami un progetto microsoft open source!). Forse sai qualcosa che non so, se e’ cosi’ dimmelo per favore!

    Puoi non condividere le mie idee ma non dire che sbaglio perche’ le penso (potrò per lo meno affermare chi mi e’ amico e chi no? posso essere libero di scegliermi chi amare e chi non amare?). Criticami logicamente! Affermazioni del tipo “sono panzane” oppure “e’ scorretto” non servono a chiarire quello che stai dicendo.
    Io non voglio la morte di apple o microsoft (leggi il mio ultimo periodo!), nemico non significa odiare, sono stato cosi’ poco chiaro?
    Non possono piacerti i miei esempi, non puoi apprezzare il mio modo di scrivere, ma per favore chiarisci i tuoi pensieri quanto parli dei miei errori. Sono sicuro di averli fatti visto che non hai capito quello che ho scritto!.

    Sono consapevole della mia utopia, in cui le persone si confrontano in maniera civile e non si fanno prendere dai miti, dalla moda, dalle castronerie pubblicitarie. Io scrivo quello che penso e sono felicissimo quando qualcuno mi critica in maniera circostanziata e soprattutto logica.

    Aspetto la tua risposta, grazie.

  4. 2008 agosto 25 alle 10:05 am

    Io sono pienamente d’accordo con Kijio, microsoft resta un nemico mio e della libertà. non è vero che microsoft ha cambiato la nostra vita, l’ha rovinata, ha creato il sistema più squallido che si sia mai visto e con la sua campagna obbligatoria ha instupidito tutti gli utenti informatici esistenti, basti pensare che ci sono lauretai informatici, o ingegneri che formattano al primo problema che si presenta su una macchina, o per non parlare dei normali utoni che credono che comprando un monitor lcd il computer vada più veloce perchè il segnale impiega meno tempo a passare dallo schermo alla cpu (questa è la cazzata più bella che abbia mai sentito in un centro commerciale), o gente che crede che windows e il pc siano la stessa cosa, come si fa poi a non essere nemico di un uomo (alias zio bill ex boss microsoft) che dice: “Per proteggere i bambini dai siti non autorizzati su internet bisogna insegnare loro una sana sessualità” CHE COSA??? ai bambini di 5-6 anni insegnare una sana sessualità??? ma stiamo fuori???
    poi ditemi come non si può essere nemici di questi individui…

    Ah anche se nessuno l’ha fatto mi schiero anche contro Mr. Apple, si anche lui dal suo canto c instupidisce e fa passare per cioccolata la merXX (esempissimo L’Iphone) quel telefono se così si può chiamare non fa un tubo però la gente lo compra perchè è Apple e quindi quello che basta è il nome…

    Finchè ci sarà gente come Zio Ballmer e zio Steve che tratta l’informatica solo come interesse personale e non come cultura, e come sappiamo la cultura è aperta a tutti, io m schiererò sempre contro questi individui…

  5. 2008 agosto 25 alle 10:15 am

    Kijio, aggiungerei che microsoft dal suo punto di vista un progetto open ce l’ha, singularity, un sistema operativo open di nuova generazione (a detta d zio bill) che prende spunto dai sistemi unix based, il progetto va avanti da anni ormai ma non ha mai rilasciato qualche beta o cose del genere, fino ad ora ha rilasciato solo chiacchiere…

    ***(dicevo open da sul punto di vista perchè per microsoft open è comunque mettere dei limiti d’uso al codice)***

  6. 2008 agosto 25 alle 10:29 am

    @ guidoc
    grazie per la solidarieta’!😀

  7. 2008 agosto 25 alle 10:51 am

    NN avevo visto @guidoc😄 vabbè fa lo stesso…😀

  8. 2008 agosto 25 alle 11:52 am

    @ salvio
    confermi la mia idea (ne avevo in passato parlare difatti, ma mai una prova concreta) … io di open source non vedo nulla da microsoft, a meno di prendere per oro colato le affermazioni di ziobill …

  9. 2008 agosto 25 alle 12:38 pm

    @kijio
    Innanzitutto grazie per la risposta.

    Non era mia intenzione mancarti di rispetto né limitare la tua libertà di espressione, in tal caso me ne scuso, anche se onestamente non penso di averti arrecato offesa. Ho solo espresso il mio pensiero, e credo che tu non dica cose esatte in questo caso specifico. Aggiungo “a mio parere” a scanso di equivoci. Mi sembra però che tu stesso hai usato lo stesso tono nei miei confronti…

    Comunque non ti sei concentrato sul contenuto, non rispondendo alla parte centrale del mio intervento, quella più interessante. Sarà per la prossima volta.

    Riferendomi al tuo ultimo commento:

    Quando parlo di biografie intendo guardare ai fatti compiuti da un uomo nella sua vita, che da soli non vedo come possano rappresentare una apologia di se stessi. Sta a te applicare il tuo senso critico. Se leggi un testo scritto dal cugino di Gates ovvio che nemmeno lo consideri.

    Per i punti a seguire:
    1. Io non ho parlato della situazione di mercato di microsoft, ma solo del fatto che è stata capace di diventare una azienda di successo. Non ho “difeso” un monopolista, non mi sono proprio espresso al riguardo.
    Sul fatto che vi siano sanzioni per abuso di posizione dominante siamo d’accordo, ma non sono entrato nemmeno in argomento. E comunque quello di Microsoft non è un monopolio di mercato in senso stretto, bensì un monopolio “de facto”.

    2. Sulla frase su MSDN ho francamente mal interpretato, intendevi nemico in quanto oppositore di sviluppo open source, non dello sviluppo in generale. Come possa impedirlo però non mi è chiaro.

    Microsoft si sta aprendo all’open source, seppur con lentezza e forse anche diffidenza, ovviamente non è possibile pretendere di rivelare il codice di Win. Basta una ricerca su Google per informarsi.

    A presto😉

  10. 2008 agosto 25 alle 1:18 pm

    @ serveless
    ok ok ci siam capiti, o almeno credo di aver capito la tua differenza di pensiero rispetto alla mia .. pero’ una cosa non mi e’ chiara, cosa intendi fra monopolio di mercato in senso stretto e monopolio “de facto”?. Io un monopolio lo considero come tale indipendentemente se istituzionalizzato (il tuo senso stretto?) o no (de facto ?).

    Io personalmente sono contrario a qualsiasi tipo di monopolio anche dello stato (quindi istituzionalizzato) perche’ economicamente inefficiente e contrario alla “ottimizzazione del mercato” (dove per eccellenza esiste solo il libero mercato).

    Per me lo stato deve solo controllare che le aziende seguano procedure di mercato eticamente corrette e trasparenti, indipendentemente da che fornitura (servizi/prodotti) si tratti.
    Nel caso della condivisione delle conoscenze, anche informatiche, lo stato puo’ permette a chiunque di farlo purche’ quello che viene fornito sia trasparente (e quindi non puo’ che essere open source!). Come accettare quindi microsoft e la sua politica chiusa soprattutto per la fornitura di servizi al cittadino ??? Non solo il singolo cittadino NON puo’ verificare la trasparenza dello strumento usato (il software) ma neanche lo stato??!!!

  11. 2008 agosto 25 alle 2:30 pm

    Mi trovi perfettamente d’accordo, ne ho parlato con le tue stesse argomentazioni in un mio post

    http://www.serverless.it/2007/07/24/universita-di-catania-e-gli-accordi-di-fornitura-con-microsoft/

    Siamo sulla stessa lunghezza d’onda, io purtroppo per mia natura sono meno idealista, un po’ ti invidio🙂

  12. 13 Xio
    2008 agosto 25 alle 7:39 pm

    Sinceramenre io non taglierei così di netto il capello in quattro.

    @Serverless

    M$ è un’azienda, multinazione, quotata in borsa, già dall’alba dei tempi, ergo ha un obiettivo principale, fare profitto (!). Poi possiamo anche dire che la sua orgine ha i migliori e più nobili motivi, creare grandi e numerosi azioni che hanno nei vari anni creato monopolio A DANNO di altri (come varie volte sanzionato dalle varie antitrust & c.).

    Già solo questo vuol dire che è M$ che è nemico della cultura, socialità ed idee open source! Quindi è vero , IMHO, il contrario di quello che dice kijio, dunque il mondo open deve semplicemente essere consapevole di ciò.

    A M$ sarò sempre grato per aver contribuito in modo fondamentale a creare un mercato vero dell’IT domesitca, in un modno dove “ognuno face i fatti suoi” (vedi Commodore, Sinclair, Atari, MSX). Poi punto, per le argomentazioni su dette.

    Piccola postilla umorale:
    Odio davvero che fa critiche senza argomentare, a mio modesto parere, è come usare un clava per uccidere una zanzara sulla testa di amico. Non sparai mai se la zanzara c’era, come era, e se c’era un altro modo per elimnarla. In un forum che parlava di tutt’altro un “simaptico” utente ANONIMO , una volta, mi ha detto che nelle mie argomentazioni applicavo un po’ di pnl, un po’ di questo ed un o’ di quell’altro; peccato che nessuna delle materie citate le abbia mai frequqentate in alcun modo. Ovviamente non sapendo a cosa si riferissi il tipo (o la tipa) non saprò mai Se e Quanto avesse (almeno) ragione. Sic.

    Ciao

    p.s. Scusate il commento lungo.

  13. 2008 agosto 25 alle 8:33 pm

    E poi sarei io quello che non ha un [beep] da scrivere in Agosto, eh🙂

  14. 2008 agosto 25 alle 9:26 pm

    non so chi di voi era già cosciente di sè negli anni 80, comunque i computer nelle case li ha portati la Commodore, non certo la Microsoft.

  15. 2008 agosto 26 alle 10:14 am

    @ Xio
    ben vengano i tuoi commenti lunghi !
    Aggiungo che condivido in pieno le tue idee! La cosa che piu’ mi fa rabbia non e’ quando uno mi critica dicendo che sbaglio, ma quando facendolo non dice DOVE HO SBAGLIATO!
    Io sto ancora aspettando molte risposte …

    @ Cipolla
    hahaah vancazeeeeee anch’io voglio far vacanzeeee !!!!

    @ guiodic
    come al solito la gente non ha memoria storica, basta che ziobill dica che LUI e’ stato a portare il pc nelle case e tutti gli credono, basta che stefano lavori dica che e’ stato LUI ad usare per primo un sistema con finestre tutti gli credono (piattaforme X sono nate un bel pezzo prima) …
    Ma ti ricordi la lotta spectrum vs c=64, lo scambio di software (fatto davvero per VERA passione) allora legale (c’era gente tipo me che poi comprava l’originale per avere la scatolotta con le istruzioni complete e spippolare nei minimi dettagli) ? Il piacere di attaccare due computer su due televisori e confrontare in diretta le prestazioni mentre uscivano commenti di nerdissimi appassionati??? Io si! Molti di quelli che scrivono e commentano blog odierni allora non erano ancora nati .. pero’ adesso sventolano la bandiera di vista o quella dell’ifone!.
    La nostra e’ per molti versi una battaglia persa in partenza, ne sono consapevole: leggi il motto del mio blog! Spero che un giorno io o chi per me vinca la guerra, ma temo sia un’utopia!😀

  16. 17 Raggia
    2008 agosto 26 alle 7:42 pm

    boicotta! boicotta Microsoft !!!
    sai per caso come posso liberarmi definitivamente di guindovs🙂 ???
    da un paio di mesi uso linux(ubuntu) dire che va bene è riduttivo! ho già pronti un po’ di cd con il sistema da diffondere.
    una buona sera
    luca

  17. 2008 agosto 26 alle 11:30 pm

    Niente di piu esatto Kijio.
    Io non riesco nemmeno lontanamente a concepire chi cerca di vedere il lato positivo nella Microsoft. Lo vedo quasi come una sorta di buonismo, o forse come una forma di tentata apertura mentale, chi lo sa. Le pratiche sporche della MS sono molto palesi.
    E finche’ questa sara’ mia nemica, la odiero’. Perche’ io sono di parte, della mia😛

  18. 2008 agosto 27 alle 9:52 am

    @ raggia
    ahhaah be’ dai non estremizziamo .. non siamo alle olimpiadi!!!😀
    pero’ chi va in giro e propaga il “verbo pingiunesco” e’ sempre ben accetto! VAI COSI’!😀

    @ finferlfu
    in effetti il buonismo e’ secondo me il giustificare una paura inconscia di dimostrare la propria ristrettezza mentale. Insomma una specie di “compensazione” alla propria inconsciamente consapevole ottusità.
    Pero’ devo dirti che non condivido il tuo odiare microsoft, forse dovresti leggerti gandhi o il dalai lama a proposito dell’odio.
    Viva la tua sincerita’ quando dici “io sono di parte, dalla mia!” .. TROPPO FORTE!😀 mi fai ricordare le tipiche battute dei western all’italiana tipo “vado, l’ammazzo e torno” oppure “Dio perdona, io NO!” .. mitico firferflu ! ti vedo bene armato di colt a fianco di franco nero ad ammazzare i cattivi LOL !!!!!😀

  19. 2008 agosto 27 alle 10:51 am

    Ovviamente Kijio non prendevo l’odio come un qualcosa di trascendente, o che ne so, esistenziale. Il mio odio e’ abbastanza terra terra, e’ semplice intolleranza.
    Per quanto riguarda l’ultima frase, era alquanto ironica, e mi riferivo a quanti preferiscono *schierarsi* al centro.
    La cosa piu ripugnante che mi capita di leggere e’ quando si prende per scontato che una compagnia debba avere successo grazie a pratiche sporche e oltre che scontato diventa pure naturale. Quindi *a parte le pratiche sporche*, quella e’ davvero una grande compagnia. Nonsense.

  20. 21 Roberto Ruppolo
    2008 agosto 29 alle 5:10 pm

    Xio ha scritto:
    “Poi possiamo anche dire che la sua orgine ha i migliori e più nobili motivi”.

    No, non possiamo. La sua origine è disdicevole: inizia con la ricettazione del QDOS.

  21. 2008 agosto 29 alle 10:23 pm

    @ finferflu
    e proprio qui che non la penso come te visto che reputo inutile essere intolleranti. Sottolineo inutile logicamente ed eticamente ma perfettamente umanamente comprensibile (ti capisco perfettamente!). Anch’io sono stato e probabilmente saro’ preso in futuro dall’odio verso qualcosa o qualcuno ma questo e’ un comportamento dannoso (per me stesso) e totalmente inutile.

    @ ruppolo
    contesti una frase che premette un’ipotesi quantomeno possibilista (se non retorica), a mio avviso non ha senso farlo.
    Mi spieghi inoltre cosa vuoi dire con ricettazione del qdos? si macchia di ricettazione (art.648 c.p.) “chi, al fine di procurare a se’ o ad altri un profitto, acquista, riceve od occulta denaro o cose provenienti da un qualsiasi delitto, o comunque s’intromette nel farli acquistare, ricevere od occultare”

  22. 2008 agosto 30 alle 12:59 pm

    Concordo con Kijio. Magnifica la citazione sugli utenti Apple.🙂

  23. 24 Belfigor
    2008 agosto 30 alle 7:22 pm

    Ah , ah , ah parla dell’India come se fosse il paese dei Santoni e come se solo gli Inglesi avessero fatto “nefandezze e imperialismi”.

    Vai , vai, VAAI in India e prova a fare il “cristiano” : TE BRUCIANO VIVO !

    Cazz.. è proprio brutto : essere inquadrati in una logica Falso -democratic- populist – buonist a chiacchiere e poco nei fatt !

    Vieni figliollo ti aspetto ..per mangiarti.

    il famoso mangia pinguini che ti allontana anche i pipistrelli, gli scarafoni e molti altri “animalacci rimpiballs”.

  24. 2008 agosto 31 alle 1:09 am

    non ho capito cosa c’entra in discorso dell’India comunque anche se esistono i fondamentalisti Indù va detto che Sonia Gandhi è cattolica ed è a capo del partito attualmente al governo.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: