19
Ago
08

la strage di nanchino tutti gli anni, ed i giornalai la ignorano!

Nel 1937 le truppe imperiali nipponiche fecero una strage nella citta’ di nanchino. Gli abitanti si arresero senza colpo ferire, assicurando piena collaborazione alle forze di invasione. I giapponesi pensarono bene di usare donne, uomini e bambini per impratichirsi con le baionette …  violentando migliaia di ragazze cinesi.  E’ un episodio bruttissimo, che non deve offendere il giappone ma, al pari dell’olocausto, bisogna che tutti si vergognino di far parte del  genere umano e RICORDARE, RICORDARE, RICORDARE!. 300.000 esseri umani seviziati e massacrati e’ una cifra immensa ed incommensurabile!.

In questi giorni sulla rai piu’ volte viene mandato questo servizio. E’ giusto e doveroso ricordalo, ma non solo il popolo giapponese si e’ macchiato di crimini. Anche oggi, come ieri, milioni di persone soffrono e muoiono vittime di poteri forti e governi liberticidi come quello cinese, che ospita quello che dovrebbe essere un insieme di manifestazioni “umane” nel piu’ alto senso etico della parola.

La rai non ricorda i 3 milioni di persone uccise dalla politica fallimentare di mao (ovvero 3 MILIONI di morti per fame) la cui immagine pero’ campeggia sempre nella piazza tiananmen (che la rai ad ogni servizio televisivo si “dimentica” di dire quale teatro sanguinolendo e liberticida fu nel 1989 con oltre 2.600 morti!) . Non ricorda ricorsivamente la politica cinese in darfur. Non ricorda ricorsivamente il sostegno del governo cinese alla dittatura in myanmar. Si dimentica gli odierni laogai cinesi (in cui sono rinchiusi MILIONI di persone ed in cui non entra neanche la Croce Rossa!), si dimentica il numero di esecuzioni annuali (sono MIGLIAIA!), si dimentica l’oppressione di milioni di persone colpevoli solo di far parte di etnie differenti da quella dominante, si dimentica che la cina non ha sottoscritto la dichiarazione dei diritti dell’uomo. Perche’ la rai non manda a paletta servizi sulle verita’ scomode cinesi? Non siamo giusto in tema con le olimpiadi che dovrebbero portare piu’ umanita’?

Ogni tanto qualche telecronista cita il tibet … ma viene quasi il dubbio che sia piu’ per moda che per dovere di cronaca (mi perdonino i giornalisti che ci credono veramente).

Insomma … il servizio pubblico “dimentica” …. e a noi che ce frega? ci sono le olimpiadi!!! quello si che e’ importante, li’ bisogna spendere i soldi dei contribuenti, mica la televisione pubblica serve a fare informazione e dire verità !!!

Informazione e’ ricordare, e’ sensibilizzare, e’ rendere consapevole, e’ fare in modo che la gente si renda conto delle ingiustizie e si adoperi, se non per fermarle, almeno per non fomentarle od accrescerle, magari comprando prodotti e finanziando le dittature.


5 Responses to “la strage di nanchino tutti gli anni, ed i giornalai la ignorano!”


  1. 1 Nexso
    2008 agosto 24 alle 3:53 pm

    La morte di uno è una tragedia,
    ma la morte di milioni è solo una statistica.
    (Marilyn Manson – The Fight Song)
    E’ un vero schifo questo pianeta, ma lo è ancora di più tutta questa falsità.

  2. 2008 agosto 24 alle 6:11 pm

    @ nexso
    il “cantante” ha solo ripreso una frase di hitler (o era di un suo generale .. non ricordo .. ), a conferma che i “malati” continuano ad avere fans e potere di convincimento, divenendo dei “miti”.
    Ti consiglio vivamente di leggere la storia ed interessarti dello sviluppo delle dittature, visto che molti miti precostruiti dal marketing attingono in maniera vergognosa dalla psicologia spicciola usata dai vari polpot, hitler, mussolini, mao, stalin. Il potere mediatico in primis: chi ha successo col popolo non e’ chi agisce per il popolo ma colui che dice di farlo.

  3. 3 Nexso
    2008 agosto 24 alle 7:15 pm

    Non mi sarei mai immaginato che Manson avesse preso tale frase da Hitler.
    La canzone (The Fight Song) sembra parlare della gente che se ne frega dei massacri compiuti dai tiranni. (http://www.mistermanson.com/lyrics-f.html) Per questo motivo l’ho messa.
    Prendere una frase di Hitler mi disgusta.
    Ti chiedo scusa. La mia azione voleva dire tutt’altro.

  4. 4 telperion
    2008 settembre 5 alle 5:10 pm

    Purtoppo in ogni secolo passato e probabilmente in quelli a venire,
    stragi violenze eccidi genocidi e altre mille nefandezze,
    non sono mai mancate.

    Che un buco nero ci porti tutti all’inferno, perchè comunque siamo tutti colpevoli.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: