02
Gen
08

ricorsivi od essenziali? Ovvero, cos’e’ l’ergonomia?

Il rasoio di occam è per me un concetto importante. Se si parla di riviste scientifiche o del semplice quotidiano leggere più volte lo stesso contenuto è stilisticamente brutto, ma soprattutto una perdita di tempo. Cosa dire quando, premesso l’importanza dell’assenza di contenuti superficiali e ripetitivi, si tratta di contenuti informatici? E’ meglio obbligare l’usufruitore ad una sola mossa preimpostata, oppure dargli scelte alternative?

Sto pensando al concetto che la grafica del blog di Daniele vuole esprimere, in cui, a mio avviso, più che riprendere il pensiero del frate inglese, si cerca il minimalismo, levando una porzione di ergonomia (Daniele rispondimi se hai coraggio!!!😉 ).

La soluzione per me e’ semplice: facciamo in modo che l’utilizzatore abbia tutte le scelte a portata di mano in maniera chiara ed inequivocabile. Magari non decupla ma duplice, purché differente nella forma.

Se leggiamo attentamente le regole di occam la plurarità non e’ sempre un errore, l’importante abbia una giustificazione, e l’ergonomia lo è! .

Penso non solo ai siti web, ma anche all’uso di programmi che hanno la possibilità di inserire comandi sia via tastiera sia tramite icone e finestre. Non capirò mai chi vede l’uso smodato di combinazioni di tasti o terminali la soluzione di tutti i mali del mondo, rigettando il puntatore del mouse considerato un abominio informatico. Io credo che, in questo caso, il duplice uso tastiera/icone sia invero una pluralità utile ed avere propriamente “scopo di migliorare la soddisfazione dell’utente”.

E’ certo una cosa, là dove la soluzione e’ inversamente unica e prevede l’uso obbligatorio del cursore con tanto di aperture di 10.000 finestrelle per l’immissione di un semplice codice, sentirò una vocina nella mia testa che incomincia ad insultare il programmatore, ma soprattutto il sistema operativo, che finisce per essere sempre il solito, pieno di bachi e schermate blu!

In poche parole a chi crea contenuti informatici darei queste regole:

  • evitare di pretendere che tutti gli utilizzatori informatici siano esperti (ergonomia);
  • le possibilità di interazione devono essere evidenti (ergonomia);
  • lasciare delle alternative, in numero limitato all’essenziale (di solito non piu’ di due), per l’inserimento di comandi o la lettura dei contenuti (ergonomia e regola di occam);
  • creiamo dei contenuti fruibili a tutti, cioè per i meno fortunati e per i vari sistemi operativi o browser (ergonomia);
  • evitiamo di moltiplicare finestre e tendine per acquisire dati alternativi, perché nella stragrande maggioranza dei casi basta un semplice TAB, o l’immissione di un semplice codice numerico (principio di occam)!

1 Response to “ricorsivi od essenziali? Ovvero, cos’e’ l’ergonomia?”



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: