12
Set
07

“primi”, interPares o interMerdes ?

Facciamo un semplice confronto fra i cittadini ed i parlamentari. Vediamo se il famoso motto “la legge e’ uguale per tutti” e’ sempre valida. Vado sullo spicciolo, basta poco per capire.

  1. Il cittadino comune nel territorio nazionale paga il biglietto per aerei, treni e tutti i vari mezzi pubblici. Il parlamentare no, tutto gratis, non occorre la prenotazione ed ha sempre la 1a classe.
  2. Il cittadino comune riceve la pensione dopo almeno 30 anni di lavoro ed almeno 50 anni di età anagrafica (quando va di lusso). Al parlamentare bastano pochi anni, non occorre neanche usare tutte le dita di una mano per contarli.
  3. Il cittadino comune puo’ essere controllato di nascosto e spiato dagli organi di polizia qualora un giudice ritenga giusto farlo (ovviamente secondo validi motivi). Nessuno si puo’ permettere di controllare le azioni di un parlamentare se prima l’intero parlamento non ha autorizzato l’azione, ossia come dire che di fronte ad un serio e motivato pericolo espresso da un rappresentante dello stato (il giudice) bisogna comunque che tutti i colleghi del sospettato valutino a maggioranza se l’autorita’ dello stato sia valida oppure no (il bello e’ che vota pure chi e’ sotto indagine!).
  4. Al cittadino comune che viene condannato in via definitiva in un processo vengono impediti la fruizione di determinati diritti, soprattutto se si tratta di operare nel pubblico. Al parlamentare condannato in via definitiva non succede nulla, anzi è rieletto piu’ volte, in alcuni casi, di buon grado, viene fatto vice ministro.
  5. Al cittadino che risulta sotto l’effetto di una qualsiasi droga viene fermato e sottoposto ad accertamenti. Se risulta che nel parlamento italiano circola la droga non viene fatto nulla, il massimo del risultato e’ il commento ” il parlamento e’ lo specchio della societa’ italia”, come dire che gli elettori degli attuali parlamentari sono una massa di drogati!

Io non sarò mai contro lo Stato, perche’ questa Istituzione è la base del vivere civile, ma certamente non potrò che continuare a parlare male di quelli che ci governano, pieni di ignoranza, e non parlo solo in materia di geografia e storia!. Sono evidentemente mangiapane a tradimento, braccia rubate all’agricoltura, o forse meglio alla pesca delle spugne!


3 Responses to ““primi”, interPares o interMerdes ?”


  1. 1 La guressa
    2007 settembre 12 alle 10:48 am

    ma che bel blog che vedo quá!!!

  2. 2007 settembre 12 alle 1:02 pm

    @ la guressa
    ma mica ti sarai fissata sulla formula dell’immagine …😉
    baci

  3. 3 arwenh
    2007 settembre 12 alle 3:53 pm

    sono pienamente d’accordo…
    anzi dopo lo scandalo delle case di svendopoli, pensavo di candidarmi come parlamentare alle prossime, così magari un monolocale lo fanno uscire anche x me…
    fanno schifo i parlamentari, se pensi quanti soldi prende.. uno come Mastella!!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: