04
Set
07

perche’ ho smesso di guardare le serie americane.

Ci sono diversi motivi che mi fanno oramai desistere la sera, quando capita, raramente, di vedere in televisione le serie televisive che “cosi’ dicono qui in italia” sono dei successoni oltreoceano.

  1. – ci sono continui flashback (vedasi lost e jericho) che spezzano inevitabilmente l’azione, con la scusa di far capire meglio la storia. Alla fine la confondono sempre di piu’ (qualcuno mi dira’ che e’ proprio li’ il bello). Insomma posso capire un ricordo che affiora, ma non continui spostamenti temporali che fanno, a mio parere, solo confusione nella mente dell’osservatore televisivo.
  2. – si eccede con la traculenza. Passi csi (anche se talvolta si cerca di proporre le cose spettacolari e non certo la correttezza anatomica), ma proprio con heroes mi sembra si sia superato il limite. Non capisco perche’ si debba presentare una storia (originale o no ve lo lascio giudicare a voi) inevitabilmente legate ad immagini di sbudellati/tagliati e cervella sparse a go go. Certo nessuno pretende di ricreare le atmosfere di hitchcock, ma quelle erano spesso un esempio di come non occorre sempre far vedere sangue per far intendere situazioni cariche di violenza.
  3. – per molte serie il cardine della storia e’ similare (sempre la solita bomba o comunque la minaccia nucleare). Possibile che per creare situazioni per eroi si sia persa l’orginalita’?. Insomma si seguono le solite rotaie oramai logore.
  4. – dove non c’e’ violenza c’e’ superficialita’. Non sono riuscito a vedere piu’ di paio di puntate di smallville cosi’ come di altre serie tipo oc … ma la gioventu’ odierna e’ cosi’ stupida? Non credo proprio, basta leggere i blog su wordpress di sedicenni per capire che hanno sale in zucca da vendere!
  5. – la comicita’ presunta di alcune serie e’ basata su gag vecchie come il cucco.

Le uniche serie che si salvavano sinora erano monk e house, il primo per la leggera comicita’ basata su un personaggio con mille manie (l’originalita’ del personaggio e’ davvero ben caratterizzata dal bravo attore), il secondo per gli episodi che spesso si basano su problemi etici quotidiani (anche qui devo dire eccellente attore protagonista). Entrambi pero’, con l’andare degli episodi, finiscono per divenire “commerciali” e cercando di non diventare stereotipi cadono nel qualunquismo (non sempre fortunatamente)

Ho visto i primi episodi di heroes e me ne basta, riconosco che e’ simpaticissimo l’attore giapponese, vi lascio a chi l’ha visto questo filmato di youtube, davvero irriverente e comico:


26 Responses to “perche’ ho smesso di guardare le serie americane.”


  1. 1 donchisciottedellamancia
    2007 settembre 4 alle 12:18 pm

    Oddio..conosco forse la metà delle serie che hai detto…
    Cmq, il fatto è che noi blogger prendiamo un abbaglio se pensiamo che l’intelligenza media sia quella che ritroviamo “on the net”…
    Purtroppo nn è così…ci sono più persone che guardano Lucignolo che persone che hanno un blog…

  2. 2 Wali
    2007 settembre 4 alle 12:40 pm

    Io guardo Hereos solo per Hiro (il tipo giapponese) e’ il mio idolo.
    Per quanto riguarda House lo guardavo solo per House. Ma dalla seconda serie in poi mi e’ scaduto.
    L’unico che mi ricordo di averlo guardato non per qualche personaggio era Veronica Mars perche’ il modo di raccontare la trama era diverso e c’erano sempre colpi di scena….

    Gli altri tipo Smallville, OC e quelli sulla rai non li ho mai seguiti.

    Comunque passando a cose piu serie sono al punto in cui mi chiedo se sia giusto giudicare in base ai fatti…in questo caso a cosa uno scrive sulla rete.

    ciao

  3. 3 demi4jesus
    2007 settembre 4 alle 1:32 pm

    Cari i miei Signori… Apprezzo molto quanto detto in questo post… intanto a volte guardando la televisione di oggi mi sento “vuota” o meglio “svuotata” e ciò accade particolarmente in questi serial che a fine puntata non fanno altro che lasciarmi in bocca un bel sapore di niente… che dire? forse i miei neuroni sono assuefatti da pensieri troppo fitti per poter comprendere e afferrare il senso di quanto queste messe in scene televisive ci propinano… Gli omogeneizzati del cervello a noi non servono ragazzi! Godiamoci piuttosto la compagnia di un buon libro o piuttosto di programmi piu creativi e interessanti!

  4. 2007 settembre 4 alle 4:40 pm

    @kijio
    hahaha bellissimo il filmato.
    Ho guardato Heroes durante le pause pubblicitarie di Numb3rs, e tranne il giapponesino il resto è piatto, sinceramente mi aspettavo di meglio. I contenuti di solito sono fetecchia, però così è troppo.

    Ridateci Piero Angela e figlio 2 volte a settimana ..Voyager e derivati…!

    Ciao gente.

  5. 2007 settembre 4 alle 5:41 pm

    @ viger
    piu’ che voyager .. l’interprete femminile con taaanta carrozzeria ! o no? hahhaha ma possibile che pensi sempre a quella? LOL

  6. 2007 settembre 4 alle 7:09 pm

    @ Kijio, a parer mio esageri un po’. Smallville lo adoro. OC ho smesso di guardarlo all’incirca quando è morta Marissa, perché se fino a quel punto la storia era bella dopo ha cominciato a diventare un’emerita cretinata (non ho mai visto un passaggio così netto in una serie tv).
    Ovviamente mi piacciono moltissimo anche House e Grey’s Anatomy (quest’ultimo non tanto per i casi quanto per gli “inciuci” :-P)
    Monk cerco di non perderlo mai.
    Sulla Rai guardo solo Un caso per due (è una serie tedesca niente male); per il resto le serie che danno sulla Rai non le guardo più per questioni di principio.
    Un’ultima cosa, su Mtv guardavo Life as we know it e mi piaceva parecchio… È un peccato che la serie sia stata interrotta e abbandonata…😐

  7. 2007 settembre 4 alle 7:53 pm

    @Kijio
    sono un appassionato di serie TV di oltreoceano. Ti assicuro che il doppiaggio italiano ammazza la qualità dell’opera. I personaggi spesso sono spesso caratterizzati male ( o per niente) a livello vocale!

  8. 2007 settembre 4 alle 10:24 pm

    Ho visto distrattamente, e per di più in tedesco, qualche spezzone dei serial che hai citato. Non so le lo hai visto, ma a me piaceva Popular, quello delle studentesse cattive

  9. 2007 settembre 5 alle 9:09 am

    Sono davvero d’accordo con te! Finalmente qualcuno che riesce a non seguire il flusso del telespettatore medio. Visto tutto l’hype dietro Heroes mi sono messa anch’io a guardarlo, e dopo aver visto che, dopo 2 puntate ancora non c’ho capito davvero niente, mi sono chiesta “ma perché lo sto guardando?mi fa solo innervosire, è una serie cavolo, dovrebbe avere un minimo di filo logico”. E ho definitivamente cambiato canale quando ho visto la tipa che durante l’autopsia è risorta.
    Io no capisco perché devo guardare una serie ed essere costretta a chiudermi gli occhi per lo schifo ogni dieci minuti.
    House era una serie carina, ma ora dovrebbero cambiare un po’, alla fine vista una puntata, viste tutte, e the OC è crollato nelle ultime due serie, ma le prime se viste con occhio da teenager erano piacevoli dai!
    In ogni caso si, il Jappo è l’eroe della serie!
    ceci

  10. 2007 settembre 5 alle 9:32 am

    @ Oscar
    no popular non l’ho visto … grazie per l’indicazione, spero solo che lo facciano in orari “decenti” ossia in prima o seconda serata, ed ovviamente non in lingua tedesca …😉

    @ ceci
    io mi sono fermato alla prima puntata di heroes .. se mi dici che tipa “cirlider” viene prima sbudellata e poi lei si ricompone da sola in obitorio … sono davvero contento di non aver visto una tale ciofega. Ero mezzo intenzionato a dargli un’altra possibilita’ guardando la seconda puntata in replica. Mi hai salvato dall’ennesima delusione.
    Grazie😉

  11. 2007 settembre 5 alle 9:54 am

    Uddio, per un attimo ho pensato volessi uccidermi perché ti avevo anticipato quello che succedeva!
    Non so, insomma, magari la puntata guardala, magari si fa più interessante!

  12. 2007 settembre 5 alle 11:05 am

    Beh stroncare una serie alla prima puntata mi sembra un pò superficiale sinceramente! Io l’ho già visto tutto heroes e ti assicuro che merita la visione.

  13. 2007 settembre 5 alle 12:47 pm

    @ lele85
    non l’ho stroncata .. solo che se vedo il plot incentrato sulla traculenza (che impervia da tutte le parti e che secondo me non ha proprio senso) viene logico escluderlo per i miei gusti.
    Poi sottolineo che sono personalissimi i miei giudizi. C’e’ chi adora vedere budella e crani spappolati .. de gustibus ..
    Credo che qualsiasi forma di violenza debba essere evitata, soprattutto quando se ne puo’ farne tranquillamente a meno, come in questo caso.

    Perche’ invece non fanno vedere i bellissimi filmati degli operatori sanitari nella 2a guerra mondiale (ci sono pure quelli della prima negli archivi rai)? dove fanno vedere come si opera nel campo? Li’ veramente si vede la guerra reale, e per chi e’ appassionato di chirurgia vede come si opera in condizioni di estrema emergenza. E ti posso assicurare che di arti tagliati e budella di fuori ne vedi a bizzeffe, ma in questo caso la visione e’ veramente utile!

  14. 2007 settembre 5 alle 12:51 pm

    @ lele85
    ti aggiungo che reputo la televisione un mezzo di conoscenza e divertimento. Il primo lo si vede con l’universita’ nettuno, od i filmati storici, oppure i documentari, la seconda deve essere , a mio parere, sempre priva di violenza.
    A me la violenza non piace, a meno che non sia palesemente comica (tipo chuck norris o sledge hammer insomma …😛 ).

  15. 2007 settembre 5 alle 3:32 pm

    @kijio
    ..bè! nonostante le critiche sai anche tu che le serie tv a cui fai riferimento* hanno il loro fascino. Comunque non pensavo -stavolta- a quello a cui alludi … :p

    Tornando in topic, spero di non aver dato l’idea del «critico della domenica che stronca!»(non mi chiamo kijio .. scherzo :p), ho solo dato la mia opinione, mi auguro davvero che Heroes prenda forma durante le prossime puntate, ma da ciò che leggo, le prime quattro hanno deluso.
    Per chi dice che in lingua originale le serie tv sono tutt’altra cosa, a mio modesto parere, posso dire che è vero.. ma tant’è.
    Nella rosa aggiungo la serie *Bones*, non la ‘fila’ nessuno?!
    Ciao gente.

    PS: YATTA!

  16. 2007 settembre 5 alle 4:28 pm

    @ Viger
    non desidero fare la parte del critico ma esternare i miei pensieri. Mi fa piacere che molti abbiano preso parte al mio discorso anche criticandomi.
    “ossa” non mi piace un gran che, e’ un po come csi solo piu’ soft (insomma si vedono un sacco di ossa e un po meno di budella e sangue). Oramai il filone mi sembra sempre quello e ripetitivo.

    sulle mi allusioni non cercare di aggirarmi in questo modo … sono ben consapevole delle tue idee, perche’ simili alle mie su certi argomenti, quindi sai che ti leggo pure nel subconscio!😛

  17. 2007 settembre 5 alle 8:46 pm

    @kijio
    tzè… :p
    Illuso hghghghgh

  18. 18 Xio
    2007 settembre 5 alle 10:38 pm

    Troppo bello sto filmato!

    Effettivamente se continua così sto Heros sembra un tantino non originale🙂

    Per quanto rigguarda il titolo del tuo feed continua sparire sul mio firefox. Vabbè mi accontenterò.

    Ciao

  19. 2007 settembre 5 alle 10:43 pm

    Televisione? Cos’è la televisione? Basta stare uno o due mesi senza per non sentirne più il bisogno, e per sentire i propri neuroni stiracchiarsi e tornare a muoversi😛

  20. 20 arwenh
    2007 settembre 6 alle 12:09 am

    Il filmatino di Heroes fa troppo ridere!!!

    Cmq.. riconosco il tuo disappunto per le serie. Io continuo a seguirle (anche se mi stufano) perchè devo fare esercizio in inglese (me le guardo in lingua originale). Mi piacciono Lost e House, direi che sono le mie preferite. Lost si è fortemente basata sui flashback, direi che però è stata la prima a farne un uso così massiciio. Ha poi la particolarità che ogni puntata è dedicata a un personaggio.. insomma, il concept era originale. La terza serie è stata un disastro però. Il cambio degli sceneggiatori ha causato un peggioramento degli episodi, tanto che volevano terminare la terza serie e chiuderla. Hanno poi ripreso gli sceneggiatori precedenti, e la serie si è risollevata… ma l’annuncio che andrà avanti fino al 2010.. che palle!!! Io avrei concluso tutto nella terza serie.. tra l’altro è terminata con un flash-forward nel quale si vede che vengono tutti salvati, e Jack impazzisce. A questo punto la serie poteva anche concludersi in quella puntata…

    House è geniale, geniale il personaggio intendo. Gli episodi sono però “uguali”, come schema, e ripetitivi. A lungo stuferanno, anche se rimane una delle mie serie preferite. Però ora che Chase Cameron e Foreman si sono licenziati… se non tornano non sarà come prima!

    Altre serie che guardo…. Depserate housewives. Buon esercizio per l’inglese perchè è pieno di dialoghi, senza contare che Bree ha una pronunica deliziosa. Nonostante la serie sia scialba e ormai priva di idee, la terza serie mi è piaciuta, è piacevole da vedere la sera quando digerisci la cena🙂. Poi vedo Ugly Betty. I primi 6 episodi erano bellissimi. Poi la serie è decaduta.. e gli ultimi episodi sono stati inguardabili. E’ diventata pallosa, hanno inserito duemila intrecci e casini vari tanto per tirarla su.. mah, anche li se non fosse per l’inglese la salterei. Vedremo la seconda stagione. Ho guardato anche Big Love, ma dopo poche puntate l’ho trovato insopportabile.
    Infine Heroes: poteva concludersi in 1 stagione, e invece hanno lasciato aperte due porticine per la seconda. La storia è avvincente, il teelfilm è tutto basato sui fumetti, e i personaggi sono ben tipizzati.

  21. 2007 settembre 7 alle 10:37 pm

    @ Oscar, io Popular lo guardavo mi sembra due anni fa d’estate, adesso lo guardo ogni tanto (se capita). Devo dire che mi piace. Però ormai ho perso il filo della storia…😛

  22. 2007 settembre 7 alle 10:41 pm

    @ Oscar, io Popular lo guardavo e mi piaceva… Però adesso ho perso il filo…

  23. 2007 settembre 9 alle 1:23 pm

    @ Kijio, scusa il commento doppio ma c’era scritto che aveva avuto problemi d’invio…😛

  24. 24 /V
    2007 settembre 11 alle 10:48 am

    il cosiddetto “hype” dietro a Heroes mi fa salire un nervoso che neanche Martin Lutero, essenzialmente per l’aria da popolo bue che respiro tutte le volte che gente la quale l’anno scorso snobbava quando gli parlavo di questa serie ora me la mena come IL culto (e senza neanche un “ma sai che avevi proprio ragione”, str@@i).

    Per il resto continuo la mia personalissima crociata affinche’ la gente cominci a seguire le serie in lingua originale.
    Purtroppo sono poco diplomatico e tendo a infervorarmi molto sull’argomento, ma ho delle ottime ragioni eh!
    1) Il doppiaggio italiano degli ultimi tempi sta scadendo a dei livelli osceni e spesso rovina il lavoro e il carattere dgli attori originali. Basti pensare che Hugh Laurie, l’attore di House MD, in realta’ e’ inglesissimo cio’ nonostante recita imitando l’accento americano e non solo, come quando fa il verso al Dr. Chase, che invece e’ australiano (e si dovrebbe sentire!).
    Non dico poi che effetto faccia sentire la dizione alla Giannini uscire fuori da un gangster afroamericano, che notoriamente hannouno slang pressoche’ incomprensibile (e chi ha visto pulp fiction in inglese sa cosa intendo)

    2) Non e’ ASSOLUTAMENTE faticoso come sembra, dopo un paio di puntate si comincia a prendere la mano con i sottotitoli.

    3) E’ OTTIMO per farsi l’orecchio con l’inglese, e secondo me il solo modo per poter DAVVERO alfabetizzare la gente. Considerando quanto l’Inglese (assieme all’Internet e all’Impresa) siano diventate in questi anni un mottetto demagogico molto apprezzato, direi che cominciare a far si che la gente LA PARLI sta lingua non puo’ che fare bene alla civitas tutta.

    4) se non altro la finirei di avere gente intorno che mi viene a parlare di serie rivoluzionarie in relata’ in giro da anni.

    Comunque, non ho visto citate qui quei piccoli capolavori come:
    – Prison Break, coperto in Italia mi pare dalla RAI, mi sto seguendo adesso priam e seconda stagione e definirlo avvincente e’ dire poco!
    Tanti escamotage, tanto complotto e pochi flashback dovrebbero fare al caso tuo Kijio.

    – Weeds: semplicemente stupende le prime 2 stagioni), ma temo che la RAI abbia deciso per qualche taglio qui e la per non renderla troppo politicamente scorretta. I migliori dialoghi di una serie TV.

    – My Name is Earl: geniale, una delle mie seire comiche preferite.

    – Supernatural: spiriti e demoni alla Buffy, con un po’ piu’ di hard rock e meno adolescenti in giro.

    Poi per gli amanti dell’Horror ricordo sempre Masters of Horror, episodi da 50 minuti diretti dai grandi maestri del cinema (tra i nomi figura anche Dario Argento).

    Lo so che pare un po’ una mania, pero’ da quando non ho piu’ la TV (circa 3 anni) me la sbrigo cosi’😀.

  25. 2007 settembre 11 alle 3:56 pm

    /V
    condivido molto di quello che hai scritto.
    Io sono costretto a prendere i dvd per imparare un po l’inglese divertendomi con i sottotitoli italiano/inglese (sono una frana ma non rinuncio a imparare qualcosina qualche volta).
    Su supernatural … mi ricorda un po chuck norris …
    su prison breack no mi piace un gran che (in effetti pochi flashback .. meno male ..)
    my name is earl .. (qual’e’? quello del ragazzino di colore sulla rai ? se si piace anche a me, mi ricorda molto le vecchie serie americane)
    weeds non lo conosco ..

    il mio solo problema e’ che dove sono io i dvd in nolleggio non si trova una mazza, i soliti titoli ultravecchi oppure da gransuccessostupido (es. titanic)

    Sul doppiaggio schifoso confermo, non c’e’ confronto con i doppiatori di 5-7 anni fa che addirittura miglioravano la recitazione dei film americani …

    Ma con i sottotitoli che fine fanno i doppiatori di mediaset e rai ?😉 eppoi magari qualcuno chiederebbe il rimborso del canone!😉

  26. 26 arwenh
    2007 settembre 11 alle 5:29 pm

    concordo con /V sulla crociata pro lingua originale. io, cmq, sono riuscita a convincere tutte le mie amiche che mi hanno dato retta. addirtittura una mia amica che non sa l’inglese, per niente, l’anno scorso ha iniziato a guardare heroes coi sottotitoli… e adesso si rifiuta di vedere le puntate doppiate, dice che aspetta la seconda serie in inglese coi sottotitoli, perchè pur non sapendo l’inglese, le sembra che le voci originali comunichino molto di più di quelle doppiate (che è vero).
    dottor house, tra tutte le serie, è quello dopiiato meglio.
    pensa a come è doppiato lost, dove a parlare inglese ci sono americani del nord est, del sud, dell’ovest, australiani, coreani, africani, britannici… ognuno con un accento spiccatamente diverso… eppure nessuna di queste voci è caratterizzata. neanche nella recitazione. hanno più ragione i Simpson quando doppiamo abu come un indiano, il poliziotto come un napoletano ecc… almeno così i personaggi vengono un po’ “caratterizzati”….


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: