20
Giu
07

il meglio delle news: il trojo italiano e il safari hackeroso

Leggere le ultime notizie è sempre divertente, soprattutto se si parla di internet ed informatica.

I blog sono tanti e si parla di tutto, in maniera spesso superficiale, ma che dire delle agenzie giornalistiche che, in teoria, dovrebbero controllare e verificare tanto le fonti quanto l’italiano e la terminologia con cui sono scritte?

Fatevi due risate.

La prima clamorosa notizia su safari : “sono riusciti a piratare le prime versioni pubbliche del navigatore internet” su ansa.

In che senso “piratare”? ma “piratare” non significava duplicare abusivamente, ma se e’ una beta pubblica?

Ogni mio commento ulteriore è superficiale, ma vorrei sottolineare per l’ennesima volta l’utilizzo blasfemo del termine hacker, della serie:”chi scrive sembra proprio non capire di cosa si parla!”. Ma ancora non si è capito che il termine hacker significa, da wikipedia):

“una persona che si impegna nell’affrontare sfide intellettuali per aggirare o superare creativamente le limitazioni che gli vengono imposte, non limitatamente ai suoi ambiti d’interesse (che di solito comprendono l’informatica o l’ingegneria elettronica), ma in tutti gli aspetti della sua vita”

La cosa viene ripetuta anche qui dal tgcom , con un mitico termine “hackeraggio”, senza contare che sbaglia anche a fare il link sul termine trojan su wikipedia (provare per credere!)! 😉 Inoltre mi sembra davvero, quantomeno, superficiale citare una notizia senza mettere un link di riferimento. I consigli poi sono quelli “non fare per non sbagliare” alche’ è come dire “non prendere l’automobile se non vuoi fare incidenti”.

E non mi si dica che il gergo comune è quello usato piu’ frequentemente, perche’ altrimenti io che uso sempre in maniera sbagliata nel parlato comune “giornalaio” al posto di “giornalista” o “merdoso” al posto di “politico” (e sono sicuro che non sono il solo) sarei autorizzato ad insultare a destra e manca, anche in forma scritta, in maniera impunita!

Ma vabe’, oramai le notizie sono divertimenti e li leggo al posto dei filmati di colorado su ziobill del lunedi’:


4 Responses to “il meglio delle news: il trojo italiano e il safari hackeroso”


  1. 1 nandoofen
    2007 giugno 20 alle 4:35 pm

    Uh, le arcane terminologie della stampa.
    I loro possibilismi e le loro ipotesi un po’ troppo ipotetiche. Linguistiche improbabili!
    E quello che le rende particolarmente divertenti è immaginarsi l’esperto giornalista, in giacca e cravatta, che si schiarisce la voce dandosi un tono austero mentre pronuncia:”eh, l’hackeraggio del piratare nei confronti del trojan andrebbe divelto” e poi assume la sua aria soddisfatta e panciuta di chi ha vinto un paio di Nobel.

    Ma fateci il piacere!!
    Grande Kijio!!

    p.s. hai notato quando sono divertenti le trovate dei pubblicitari per le quali esiste un’acqua che ti fa fare pipì più delle altre.
    Ma cavolo, se bevo due litri d’acqua avrò circa un litro e mezzo di liquido da smaltire … e invece no!! Se bevi mezzo litro di acqua diuretica rischi di passare le tue ferie al gabinetto!!

    Magie della linguistica!😉

  2. 2007 giugno 20 alle 5:02 pm

    @ nandoofen
    e lo so .. concordo e ti ringrazio per i complimenti.
    La cosa strana e’ che in altre materie (ad esempio nella scienze o anche nella materie culinarie) difficilmente si trovano le castronerie che si trovano nel giornalismo che parla di informatica.
    Basta che tutti parlano di internet ed automaticamente tutti si sentono padroni della materia. Questo autorizza a sua volta a scrivere castronerie di ogni genere in maniera sgrammaticata o semplicemente scorretta.

  3. 3 comicard
    2007 giugno 21 alle 11:04 am

    solo i cultori della materia possono dare le giuste interpretazione ….ma pensate alla miriade di “ignoranti” della materia , ai quali probabilmente sono dirette le cronache di questi giornalisti, che cercando di far arrivare il messaggio nella maniera più semplice incorrano in strafalcioni e peccati veniali….io credo che questo si possa perdonare..

  4. 2007 giugno 30 alle 12:27 am

    comicard, non credo questo sia un pretesto per espandere gli orizzonti dell’ignoranza, che come al solito dilaga, ed è anche ben coltivata a quanto pare…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: