23
Mag
07

– t 6 connesso? – ma come parli ? 6 1 0!

Da una segnalazione di ziobudda su un’ottimo articolo de giornalettismo militante, mi trovo a guardare incuriosito il sito promosso dal ministero delle comunicazioni : tiseiconnesso.

Innanzitutto, la forma. Mi colpisce l’uso di alcuni termini pseudo giovanili, che non fanno certo la serieta’ di un sito con tanto di logo di un ministero. Io rimango convinto che per comunicare seriamente ed istituzionalmente occorre usare un italiano semplice, di uso comune e perfetto, indicando il significato di volta in volta dei termini storpiati od inglesismi eventualmente presenti (in numero limitato e strettamente necessari). Se si usa un italiano semplice e corretto anche i bambini capiscono!

Nei contenuti, a parte quello che faceva notare giornalettismo vedo, a mio personalissimo parere, un approccio completamente erroneo da parte del ministero e dell’organizzazione save the children. Internet e’ un’occasione di crescita, anche personale, per tutti, giovani per primi. E’ possibile reperire informazioni, imparare lingue nuove, conoscere molte realta’ senza per forza fare lunghi viaggi e folli spese. Potrei andare avanti ancora per evidenziare cosa offre il web. Ma non capisco perche’ di debba citare solo alcune cose, evidenziando solo alcuni pericoli, e “sorvolare” su altri.

Ad esempio di parla di pornografia e pedofilia, ma non di parla di pornodipendenza, che pure miete molte vittime negli adolescenti. Si parla di virus, trojan e dialer ma non si accenna al fatto che alcuni sistemi operativi ne sono immuni (be’ c’e’ un perche’ basta vedere chi e’ che collabora con loro). E potrei andare ancora per molto, ma vi lascio a voi il piacere di vedere e scoprire come sono stati spesi i soldi pubblici.

La cosa poi che mi fa girare le balle e’ il richiamo a determinati prodotti/sistemi informatici. Si parla di negozi virtuali citando forse quello piu’ noto, cosi’ come per i giochi on-line si cita espressamente un gioco. Se fosse un film si parlerebbe di pubblicita’ occulta (mica tanto occulta).

Inoltre sono stupito che si facciano vedere determinati filmati, che contraddicono il sito stesso. Non capisco proprio cosa serve far vedere tette e mutande! Per far capire che si possono fare delle figuracce? Mi sembra perlomeno inutile e di pessimo gusto! Il problema non e’ certo di internet se ci sono persone malate di esibizionismo!

Si parla di possibilita’ di intrusione della privacy, ma non ho trovato un accenno ai sistemi per l’anonimato (ce ne sono un’infinita’ open source!): perche’ per i giochi ed i negozi on-line sono citati piu’ volte e c’e’ la voce nel glossario e per gli strumenti utili neanche un accenno (uno a caso: TOR)?

Si dice poi, in parte, delle verita’ circoscritte ad un certo sistema operativo. Non e’ certo difficile, ad esempio, limitare l’accesso con linux, usando blacklist o semplicemente con cron (lo imposto per un tot di ore, o fino ad una certa ora, oltre la quale l’utente non puo’ collegarsi piu’).

Vedo con piacere che c’e’ nel glossario OpenSource anche se la definizione, come molte altre, mi sembra un po “raffazzonata”. La piu’ grossa e’ quella sul copyleft dove viene definito un sistema che serve per eludere la legge! -> “è un modo per svincolare in tutto o in parte la generalità delle persone dai vincoli ordinari posti dalla legge sull’utilizzazione delle opere dell’ingegno”

Ma da dove l’hanno presa questa definizione? dal dizionario billgates-mussi ???? non potevano fare un bel copia ed incolla da wikipedia ?

Be’ .. ovvio per loro esiste solo il copyright! Non si fa ovviamente accenno alla concessione che la comunita’ fa nei confronti dell’autore per difendere le sue creazioni, ma esiste solo il dovere di tutti nel rispettare l’opera d’ingegno sotto le licenze proprietarie piu’ strette!. Meno male che e’ il ministero che presiede la comunicazione, che dovrebbe sviluppare sistemi di interscambio informativi liberi e liberamente accessibili!

Ma il ministero conosce la regola + comunicazione libera= + libertà + democrazia ?

Come si puo’ evitare di parlare dei limiti di utilizzo del software e del “sistema” copyright e confrontarlo con la liberta’ dell’open source? Se il ministero e’ quello della comunicazione dovrebbe scriverlo a chiare lettere:

Se usate sistemi operativi/programmi/materiale coperto da copyright (come quelli prodotti da chi collabora con questo sito:microsoft) dovete stare attenti perche’ rischiate la galera se lo duplicate, lo copiate in parte, lo prestate agli amici, etc.! se invece usate open source (come linux) lo potete copiare quante volte volete, regalarlo/prestarlo liberamente, scaricarlo da internet senza problemi, modificarlo come piu’ vi piace, e non pagate nulla per fare tutto cio’, anzi con internet ne potete trarne dei vantaggi enormi come l’aggiornamento gratuito!

Internet puo’ essere fonte di pericolo ma e’ in primo luogo liberta’ e divertimento.Non mi stupisce che il sito rifletta l’idea del ministro che a suo tempo voleva l’incremento dei filtri sui contenuti della rete, similmente a quanto avviene in cina. E’ un primo passo verso la caccia alle streghe, oggi si nega una liberta’ per il bene dei figli, domani per quello dei genitori, fino ad arrivare a determinare a priori cio’ che va usato e cio’ che va conosciuto. Il primo anello della catena e’ stato quasi forgiato, a quando le leggi sull’obbligo d’acquisto di un determinato sistema operativo con i drm?

tanto per rinfrescarvi le idee sul drm (lo so che lo avevo gia’ pubblicato, ma  lo faccio per i piu’ pigri!)😉

Non ci puo’ essere consapevolezza se non c’e’ conoscenza e questa non c’e’ se non esiste liberta’ di scambio di informazione. Il software proprietario limita questa ultima, le leggi sui diritti d’autore in Italia ancor di piu’ (prevedendo la detenzione ed arrivando a far pagare una presunzione di colpevolezza sui supporti informatici). Chi dice ai genitore ed agli insegnanti che esistono strumenti e materiali sicuri, controllabili (fin nel codice!) per i propri figli, gratuiti nella distribuzione e nello scambio? Non dovrebbe essere il ministero delle comunicazioni? A mio parere non sembra proprio l’indirizzo del sito in oggetto.

Certo certo, mi direte voi, tutto si puo’ migliorare, ma se vedo scritte “inesattezze” e noto “dimenticanze” nel sito fatto anche con i miei soldini, da chi dovrebbe fare comunicazione, mi permetterete una critica????!


4 Responses to “– t 6 connesso? – ma come parli ? 6 1 0!”


  1. 2007 maggio 23 alle 9:12 pm

    Condivido in pieno le tue critiche e sto già pensando a cosa scrivere all’indirizzo per contattarli (tiseiconnesso@savethechildren.it), solo mi chiedo quanto gli utenti vengano ascoltati da questi signori .. si ritrovano, come per il sito del turismo, un sito pagato dai contribuenti e che essi stessi non approvano! Quando si sveglieranno e capiranno come funziona la democrazia (se in democrazia vogliamo vivere)?

  2. 2007 maggio 24 alle 9:33 am

    mi raccomando, se gli scrivi, ricorda di farlo in modo da essere compreso. Usa anche tu il linguaggio dei ggggiovani. C6 o 6 10 kz ke fikata!!!

    -_-”’

  3. 2007 maggio 31 alle 12:58 pm

    Che scandalo ·__·
    Invece di educare i ragazzi, si diseducano loro… chiamiamola flessibilità, io la chiamo scorciatoia…
    Faccio un esempio, invece di dire che c’è rischio di essere fregati quando si prova a scaricare suonerie per il cellulare, perchè invece non risolvere il problema alla radice? Cioè incoraggiarli a dedicarsi ad attività più costruttive, magari indicando anche tutte le varie schifezze di interesse economico che girano intorno alle loro grandissime canzoni del cuore. Un sito di educazione parziale, diciamo di diseducazione. Che vergogna.

  4. 2007 maggio 31 alle 6:59 pm

    @ finferflu
    concordo in pieno. E’ lo stesso effetto che mi fa MTV si parla di ecologia, di attenzione verso l’ambiente e poi si invoglia consumare in maniera sfrenata …


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: